Oggi

I 20 lustri dell'Impresa si possono suddividere idealmente in due periodi distinti:
quello intra e post bellico che va dall'esordio nel 1911 a fine anni '70 e quello che possiamo definire moderno che si articola dal '70 a tutt'oggi.

Nel 1970 entra a far parte dell'azienda la figlia secondogenita Adriana in Pagnamenta con responsabilità amministrative, seguita nel 1978 dal fratello ing. Marco, che succede al padre nella conduzione tecnica dell'impresa, riorganizzata nel frattempo quale S.A.

A completare il quadro squisitamente famigliare della conduzione si unisce nel 2000 al gruppo Paolo Pagnamenta, pure lui ingegnere civile, figlio di Adriana.
Modesto, passato nel frattempo a meritata quiescenza, vede così assicurata la continuità dell'azienda fondata dal padre Domenico, giunta ormai alla quarta generazione in piena forma e con buoni propositi di crescita e di obiettivi.
Modesto, classe 1919, lascia l'impresa ed i suoi cari nel 2004, dopo un'intera vita dedicata alla famiglia ed all'azienda che quest'anno festeggia il 100mo di fondazione.

Da annoverare tra le opere più significative di questi quattro decenni:

>continua

La correzione della strada cantonale Lugano-Grancia, le canalizzazioni in vari comuni del Luganese, il refettorio della caserma militare al Monte Ceneri, ristrutturazioni presso l' ONC di Mendrisio, interventi lungo la linea della Funicolare del Monte Brè, uffici del TCS a Noranco, lavori per l'AET in Pian Scairolo, palestra ed aule SMU di Barbengo, restauro della storica casa "La Muggina" di Viganello, ristrutturazione del Ristorante Bianchi già Biaggi in via Pessina, gli stabili della cassa pensione Swissair a Cureglia, la scuola media di Viganello, la palestra SME di Tesserete, la protezione civile di Vezio, l'ampliamento del cimitero di Villa Luganese, l'ecocentro di Pregassona, la nuova scuola infanzia ed il centro della protezione civile a Cureglia, la biblioteca dell'Università della Svizzera Italiana a Lugano, l'ampliamento e ristrutturazione SME a Bedigliora, le nuove sedi della Banca Raiffeisen di Cureglia ed Agno, la ristrutturazione dell'ex laboratorio cantonale d'igiene ora USI, la nuova autorimessa dei pompieri, protezione civile e archivi della città di Lugano, l'ecocentro di Pambio-Noranco, il restauro della guglia del campanile di Comano, ampliamenti nel cimitero di Mendrisio, nonché numerose costruzioni private soprattutto nel Sottoceneri.

L'impresa si pregia di aver potuto realizzare opere di particolare prestigio per architetti di richiamo nazionale ed internazionale.

Nel corso del suo operare la ditta si é costantemente preoccupata a migliorare il proprio assetto organizzativo, il suo organico di uomini e mezzi, stando al passo con i tempi.
Attualmente impiega una quarantina tra maestranze ed operai che operano sui vari cantieri distribuiti soprattutto nel Sottoceneri, con il supporto degli uffici amministrativi a Lugano-Viganello e magazzino con officina meccanica di manutenzione a Grancia.